lunedì 23 maggio 2011

P.s.p. ... che cos'è?

MAKE UP AND BEAUTY

Fatemi un favore ... richiede pochi secondi del vostro tempo ... fate mente locale ... cosa avete dentro al pensile del bagno? ... e nella mensola dello specchio dove preferite truccarvi? ... e nel cassetto in camera? ... e nel vostro beauty case?

Sappiamo tutte la risposta ... ed è una sola ... una marea di prodotti ... un mare sconfinato di creme, cremine, per trattamenti specifici o generici, smalti e smaltini a perdita d'occhio, trucchi a mai finire, detergenti di ogni tipo, bagnoschiuma dai profumi improbabili ... ora la domanda da porsi è ... riusciremo mai a finirli? ... ma soprattutto ... da quanto tempo sono lì a fare le ragnatele?

Va sempre a finire così ... vai al supermercato o in profumeria e compri una marea di cosine deliziose, che poi non riesci a finire mai, oppure arrivata a casa capisci che non ti convince e lo usi 1 volta all'anno se va bene ... ed ecco che allora è il momento del "p.s.p." ... ma ... Che cos'è il p.s.p.?

Il p.s.p. è un 'progetto', un'idea lanciata nel web, a cui aderiscono molte ragazze appassionate di trucco e non, che prevede l'utilizzo di prodotti fino al completo esaurimento, appunto Progetto Smaltimento Prodotti. Fin qui niente di improbabile, il difficile arriva adesso: nel periodo di p.s.p. non bisogna acquistare nuovi prodotti fino al completo esaurimento dei prodotti che si ha in programma di finire. In due parole: una tortura!
Ne ho sentito parlare in un video di una ragazza che fa tutorial make up, e mi sono fatta un'esamino di coscienza ... non  posso tenere tutto ... devo finire quello che ho già ... non posso riempire la casa!! 

Così sapevo che prima o poi il 'p.s.p.' sarebbe arrivato anche da me ... ok il veto di compare cose nuove faccio un po fatica a seguirlo ... ma in questi giorni ho esaminato attentamente i miei pensili del bagno e sto cercando di finire il maggior numero di cose possibili, non è facile ma devo dire che dà una certa soddisfazione vedere finalmente vuoto il flacone di quel bagnoschiuma dal profumo infestante che lasciavo lì a prender spazio da diverso tempo ... poi ogni prodotto ha una precisa data di scadenza alla quale attenersi se non si vuole rischiare  problemi alla pelle oppure una scarsa efficacia dei principi attivi, perciò che vi piaccia o meno bisogna mettersi con buona volontà e finire tutto ... anche e soprattutto per evitare sprechi, di soldi e di prodotti evitando cioè di buttare prodotti ormai troppo vecchi.

Poi se ci sono delle cose davvero ostiche da finire si può cercare di regalare certi prodotti ad amiche o conoscenti (alle quali magari quel prodotto piace davvero, o non crea problemi), oppure con un pò di ingegno cercare una nuova destinazione d'uso ... ad esempio quello shampoo che non funziona bene  per i nostri capelli è ottimo per lavare spazzole per capelli oppure pennelli da trucco ... e così via.

Dai, non vi sembra un'idea impegnativa ... ma carina? Voi che ne pensate?
Io sto cercando di impegnarmi e i prodotti che con gran soddisfazione ho finito sono:
Latte detergente L'Oreal, Bagnoschiuma L'Erbolario (profumazione Iris ... profumo troppo invadente), scrub corpo Yves Rocher albicocca, scrub viso Revlon vitamina C, Maschere viso monodose Nivea visage.



I prodotti che mi sono prefissata di terminare sono:
Bagnoschiuma Cristian Lay Dark Temptation; scrub Nivea Young; Crema corpo L'Erbolario (profumazione Iris ... non ce la farò mai è un profumo infestante), correttore Collistar (secca troppo la pelle, fa le famose "pieghine, righine")

 

9 commenti:

  1. Accetto la sfida (ma sarà durissima!) e parto già col primo obiettivo: finire tutti i flaconi di shampoo e balsamo che ho accumulato negli ultimi tempi e mai finito, perchè spuntava sempre qualche nuovo prodotto da provare! Precisamente ho accumulato 10 flaconi (lo so, sono una persona orrenda), ma ora mi riprometto di finirli! Tra l'altro i benefici sono molti: per il portafoglio, per lo spazio che guadagno, per l'ambiente (una volta svuotati, verranno lavati e riciclati!), per il tempo risparmiato (al supermercato perdo ore a scegliere shampoo+balsamo)...Che il P.S.P. abbia inizio!

    RispondiElimina
  2. Grandissima Sabri!! Hai tutta la mia stima!! ^_^ poi se in tante facciamo contemporaneamente questa cosa possiamo sostenerci a vicenda e aggiornarci sugli sviluppi!! 10 flaconi ... dai ce la puoi fare ... Sono sicura che alla fine ne rimarrai soddisfatta, poi come hai detto anche tu fa bene per il portafoglio l'ambiente e lo spazio! fammi sapere come procede ... grazie per l'iscrizione!! ^_^

    RispondiElimina
  3. Una domanda: su molti cosmetici, trucchi o creme che siano, c'è riportata una sorta di "data di scadenza" (in genere espressa in mesi utili dopo l'apertura del prodotto)... so che magari è una cosa che usano i produttori per invogliare la gente a buttare e quindi sostituire di più, però tipo la mia crema corpo all'Hammam di Bottega Verde ha cambiato davvero colore.... Non è che poi rischio tipo una reazione allergica??

    RispondiElimina
  4. ciao Eli, allora ... di solito le scadenze sarebbero da rispettare perchè superata la data di scadenza il prodotto potrebbe intanto non funzionare più ma anche danneggiare la pelle ... vuoi che io sia sincera? ho molto prodotti che utilizzo ancora nonostante la scadenza, e la maggior parte sono prodotti di make up, controllo sempre per bene che non abbiano cambiato colore, che non siano scaduti da troppo tempo e soprattutto che non facciano un odore sospetto ... molto spesso capita, soprattutto per le creme, e per prodotti a base vegetale, che la scadenza sia veramente da osservare alla lettera perchè nel tempo il prodotto si deteriora velocemente e se usato crea problemi. Io in quei casi cestino il prodotto in questione ... anche se un po mi dispiace ... per esempio ho una crema corpo dell'Erbolario scaduta da tempo che fa un odore non cattivo ma sospetto e credo che la butterò presto ... magari se ti dispiace fai una prova spalmando la crema in un angolino nascosto e vedi come reagisce la tua pelle, poi valuta tu. Comunque l'ideale sarebbe sempre rispettare le scadenze. Baci!! ^_^

    RispondiElimina
  5. Giorno 2: un flacone in meno (riciclato nella plastica) e 0 comprati! Nel dubbio, anch'io ho controllato eventuali date di scadenza: tutto ok, posso procedere :D

    RispondiElimina
  6. Vai Sabri!!...avanti così!! grandissima ...sai? dopo aver postato questo post mi sono accorta che ho altre mille cose da finire...aiuutooo...anch'io ho un po di shampi...uff

    RispondiElimina
  7. Seguo anch'io il PSP ma che fatica! sulla mia pagina facebook carico di volta in volta la foto del prodotto finito, mi serve da promemoria e mi aiuta a mantenere l'impegno. Sono sincera, nel frattempo ho fatto un paio di acquisti ma solo perchè erano offerte imperdibili!

    RispondiElimina
  8. @ BigMakeupBag : Che faticaaa...la crema all'iris è davvero ostica da finire...fa un profumone pazzesco...poi lunedì sono stata a Bologna ... kiko,coin,h&m,limoni ... come si fa a nn prendere nulla? Presto pubblicherò anch'io i prodotti che finisco ... per farmi coraggio ... pensa ho un super flacone da nn so quanti ml di balsamo x capelli...è uno di quei flaconi da parrucchiera...perciò enooorme ... nn lo finirò maaaii ^_^

    RispondiElimina
  9. torno da vincitrice!Ecco il resoconto: di 10 flaconi che dovevo terminare, 8 sono stati fatti fuori, 1 è in corso di eliminazione ed 1 è troppo dannoso x i capelli, lo userò x lavare spugne e trucchi :P
    Ora che il repulisti è completato, ho iniziato ad informarmi in modo da non commettere più gli errori del passato e fare acquisti più responsabili: mi si è aperto un mondo. Sapevo che negli shampoo mettevano di tutto e che quando fanno troppa schiuma non è un buon segno, ma non sapevo i dettagli. Leggendo ed approfondendo ho scoperto che il 99% dei prodotti in commercio contengono siliconi: proprio loro creano quell'effetto bello e "glossy" ai primi utilizzi, dopodichè i capelli diventano pesanti. In pratica i siliconi, oltre ad essere molto molto inquinanti, avvolgono i capelli in una patina iniziamlmente bella, ma i capelli sotto sono come "soffocati"...Insomma, ora la parola d'ordine è ecobio, prodotti naturali e senza quelle sostanze dannose per noi e per la natura. Sono solo nella fase uno di "Presa di Coscienza", ma sono fortemente motivata e determinata a continuare! E i primi risultati sono confortanti :D Ti allego un link che mi è stato utile, nel caso interessasse anche a te questo argomento:
    http://ecobioplanet.blogspot.com/
    A presto cara, baciotti!

    RispondiElimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...